//Macchine utensili: si riconferma il successo del Made in Italy

Macchine utensili: si riconferma il successo del Made in Italy

Il 2017 si è rivelato un’ottima annata per quanto riguarda il settore delle macchine utensili prodotte in Italia (come ad esempio torni e fresatrici), permettendo di registrare una notevole crescita anche grazie al piano nazionale Industria 4.0, che sta rivoluzionando il mercato e persino la vita quotidiana di molte aziende. Il 2018 è iniziato altrettanto bene, confermando il trend dello scorso anno e distanziandosi nettamente dal 2016, quando il settore ha purtroppo subito numerosi rallentamenti.

I dati che affermano questo continuativo successo sono quelli rilevati dall’Ucimu e, più precisamente dal relativo Centro Studi & Cultura di Impresa dell’Associazione, che parlano di un fatturato che nel 2017 ha raggiunto la cifra di 6.110 milioni di euro, concretizzandosi in un aumento pari al 10,1% rispetto all’anno precedente. Questa importante crescita è ancora in corso in questo 2018 e gran parte del merito va ovviamente ai costruttori italiani presenti sul mercato interno, che hanno totalizzato un incremento delle consegne del 16,1%. Persino il settore delle esportazioni ha fatto la sua parte: sempre per quanto riguarda le macchine utensili italiane, ha decretato una crescita del 5,8%.

Secondo i recenti dati dell’Istat, studiati accuratamente dall’Ucimu, il mercato interno ha visto una crescita pari al 13,8%, e a trainare le esportazioni delle macchine utensili made in Italy troviamo la Cina e la Polonia, che negli ultimi tempi hanno elevato il numero degli acquisti di macchinari italiani. Anche la Germania, gli Stati Uniti e la Francia, che ultimamente hanno richiesto un minor supporto dei costruttori della nostra penisola, hanno comunque continuato a supportare la crescita di questo settore.

Le previsioni e le attuali stime affermano che questo successo proseguirà sicuramente fino alla fine del 2018. Dopodiché, si potranno già tirare le somme, per poi cominciare a pensare a quello che succederà nel 2019. Tuttavia, i dati rilevati finora ci portano solamente a pensare al meglio: si prevede che la produzione potrà registrare un aumento del 6,2%, mentre le esportazioni potranno ancora crescere del 4,7% e i consumi interni potranno contare un incremento dell’8,2%.

Insomma, possiamo dire di certo che la crisi è ormai parte del passato e che moltissime aziende stanno crescendo, soprattutto negli ultimi anni. Pertanto, si continua a pensare al futuro con una certa positività, elevata certamente dal sostegno derivato dal piano nazionale Industria 4.0, che sta facendo un ottimo effetto al mercato interno e non solo.